LA STORIA

Fondato nel 1945 da alcuni giovani sportivi guidati dal suo primo Presidente, Ernesto ‘Diddo’ Todaro, il Circolo Canottieri Tirrenia Todaro ha collezionato negli anni oltre settanta Titoli italiani tra canoa e canottaggio, contribuito con i suoi Atleti a quattro Olimpiadi e partecipato con successo a varie edizioni dei Campionati mondiali.

Il Circolo è da sempre affiliato alle Federazioni nazionali di Canoa e Canottaggio, oltre ad essere sede, per conto del CONI, di Centro di Avviamento allo Sport (C.A.S.).

Per gli alti meriti raggiunti, nel 2000 l’Associazione è stata insignita, dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, della Stella d’Oro al Merito Sportivo.

È co-fondatore del Club dei Circoli Sportivi Storici di Roma.

Complici l’infausto periodo storico e le conseguenti ristrettezze economiche, il Tirrenia Todaro fu, per i primi anni di vita, un “Circolo che non c’era” perché, pur esistendo nelle carte bollate, non aveva una propria Sede sociale. Fu tra il 1955 ed il 1958 che, ottenuta la concessione dell’attuale tratto di argine nel centro di Roma, costruita la prima Casa sociale ed ultimato il primo galleggiante, il Tirrenia portò a compimento quello che, appena un decennio prima, sembrava un progetto irrealizzabile.

Col raggiungimento di tali traguardi, alla prematura scomparsa del primo Presidente Ernesto Todaro, i soci decisero di aggiungere il suo cognome alla denominazione del Circolo.

Oggi come allora, il Circolo conserva lo spirito che lo ha sempre contraddistinto, incentrato sui valori olimpici dello sport inteso nella sua più nobile accezione etica, morale e sociale.

Col passare del tempo, sostenuto dalla crescente passione dei propri soci, il Circolo si è dotato delle attuali strutture, inserite in ampie aree verdi, tramite le quali promuove, curandone l’attività didattica, la pratica agonistica della canoa e del canottaggio, oltre a favorire, a scopo ricreativo, le altre discipline sportive.

Ad maiora!